Mitsubishi

Come altre case auto giapponesi, anche la Mitsubishi ha origini distanti dal mondo delle quattro ruote: nasce infatti nel 1870 come società di spedizioni, dall'iniziativa del giovane Yataro Iwasaki. Il nome Mitsubishi significa "tre diamanti" e rimanda allo stemma della famiglia di Iwasaki. Leggi di più

Verso la fine del secolo la compagnia aveva già cominciato a diversificare i propri servizi, orientandosi soprattutto verso le spedizioni via terra. Molte diverse società confluirono in Mitsubishi nei primi 15 anni del '900, determinandone la leadership nel settore dei macchinari, delle apparecchiature elettriche e dell'industria chimica.
In seguito alla Seconda Guerra Mondiale si ebbe una frammentazione del gruppo, per cui la divisione automobilistica si costituì come società autonoma con il nome di Mitsubishi Motors Corporation. Tra gli anni '70 e '80 si verificò un'espansione dell'azienda verso il mercato europeo, contemporaneamente alla quale uscirono diversi nuovi modelli (Celeste, Sigma, Lambda, Pajero) e la Mitsubishi fece il suo ingresso nel mondo del rally. Al 2002 risale l'accordo, siglato con DaimlerChrysler, per lo scambio di conoscenze tecniche sia in merito al settore automobilistico che a quello industriale.