BMW

BMW (Bayerische Motoren Werke) nacque nel 1917 a Monaco di Baviera come casa produttrice di motori aeronautici. La produzione di auto ebbe inizio nel ’29 e i primi modelli di punta furono senza dubbio la BMW 320 e la BMW 326. Leggi di più
Negli anni '50, grazie all’acquisto del brevetto dell'italiana “Isetta”, economica e davvero futuristica, e grazie ai nuovi capitali portati dalla famiglia Quandt (tuttora proprietaria del marchio), BMW riuscì a conquistare i tedeschi e salvarsi dal fallimento imminente. Negli anni '70 BMW divenne un marchio globale, grazie alla lungimiranza del suo amministratore delegato Eberhard Von Kuenheim: in questa decade uscirono sul mercato modelli leggendari come la Serie 5 (1972), la Serie 3 (1975), la Serie 6 (1976) e la Serie 7 (1977). Gli anni ‘80 vedono BMW affermarsi come marchio dalle alte prestazioni sportive e dal DNA vincente, grazie anche alla vittoria in Formula 1 di Nelson Piquet con la Brabham, che montava un motore BMW (1983). A metà anni 80 escono le grintosissime BMW M3 e BMW M5 che ottengono grande successo di pubblico. Negli anni '90 il gruppo BMW acquista prima ROVER (ceduto poi nel 2000) e MINI e lancia le spider BMW Z3 e BMW Z8. BMW negli anni 2000 acquista anche il prestigioso marchio inglese Rolls Royce e si lancia nel mondo delle auto elettriche con la compatta BMW i3 e la maestosa BMW i8.