Eventi | News

Il ruggito della nuova Giulia, al Museo storico Alfa Romeo

Arese, provincia di Milano. Siamo nel cuore dell’italianità più autentica, il luogo dove nel lontano 1963 cominciò la produzione di uno dei simboli più eloquenti del nostro Paese: parliamo dell’Alfa Romeo, naturalmente, e dei suoi storici stabilimenti, dismessi nel 2005 e adesso riportati a nuova vita grazie a questo straordinario Museo storico Alfa Romeo, frutto della passione dei fratelli Cozzi.

museo storico alfa romeo

«La macchina del tempo – Museo storico Alfa Romeo», questo il nome del rinnovato tempio del Biscione, ristrutturato dall’architetto Benedetto Camerana, che ha strappato questi spazi vuoti all’oblio per farne una “creatura viva”, il fulcro di un recupero delle radici e insieme di una profonda rinascita. Una macchina del tempo per ripercorrere i celebri passi del marchio automobilistico milanese e contestualmente sperimentare il brivido di un tuffo nel futuro.

auto classiche museo storico alfa romeo

La linea temporale che abbraccia le 69 auto esposte si sviluppa infatti dal 1950 per arrivare sino ad oggi, alla nuova Giulia targata 2015, il primo di otto modelli destinati a rilanciare il marchio automobilistico e dietro ai quali stanno la travolgente fiducia e i massivi investimenti dell’AD di Fiat Chrysler Automobiles Sergio Marchionne.

museo storico alfa romeo zagato

Ad accompagnare il ruggito del biturbo da 510 CV dell’edizione “Quadrifoglio”, Andrea Bocelli ha regalato ai 300 giornalisti presenti nel giorno dell’inaugurazione una versione da brividi di “Nessun Dorma”.

nuova giulia museo storico alfa romeo

Proprio la nuova Giulia è stata la protagonista del Museo di Arese fino a metà luglio, in anteprima rispetto al Salone di Francoforte che si terrà il prossimo mese.

nuova Giulia, protagonista in anteprima…

Nel periodo di permanenza della nuova berlina Alfa Romeo ad Arese, l’ex stabilimento ha ospitato anche una mostra, dal titolo “An Italian Creation”, con opere provenienti dai musei torinesi che celebrano il capoluogo meneghino.

Quella accolta in questi 20.000 metri quadri di superficie espositiva, realizzati in soli 7 mesi, non è una semplice carrellata di auto dal passato e dal presente, ma un complesso percorso che si snoda su 3 livelli tematici fortemente emozionali: “Timeline”, con le auto storicamente più significative, è un omaggio a operai, meccanici, impiegati che hanno contribuito a scrivere le pagine di un libro di successo inaugurato dalla 24 HP del 1910; “Bellezza” esplora invece il rapporto fra Alfa e cinema, le concept car celebri protagoniste delle pellicole d’antan, come la 1600 Spider de “Il laureato”; infine “Velocità” strizza l’occhio alla componente fondamentale della storia di Alfa Romeo, rievocando i modelli sportivi più intensi del marchio automobilistico.

8c competizione museo storico alfa romeo

Agli appassionati che desiderano avventurarsi nei meandri della memoria automobilistica italiana, il nuovo museo Alfa Romeo offre un viaggio mitico dal finale davvero spettacolare, in quattro dimensioni. Se desiderate scoprirlo, le porte della Macchina del Tempo di Arese sono aperte tutti i giorni eccetto il martedì, dalle 10 alle 18, a un costo di 12 euro (8 il ridotto).

Museo storico Alfa Romeo