Anteprime

Toyota SF-R: sorge a Oriente la stella delle sportive entry level

Tutto fa immaginare che al prossimo Tokyo Motor Show i riflettori saranno puntati sulle nipponiche padrone di casa. A partire da Toyota, pronta ancora una volta a mostrarsi proiettata nel futuro e a giocare le proprie carte migliori in termini di mobilità sostenibile, design e fantasia, grazie a tre concept straordinari. Noi abbiamo scelto di parlarvi della Toyota SF-R, in quanto plausibile anticipazione di una sportiva entry level da realizzarsi in un prossimo futuro.

Toyota SF-R

Il Salone di Francoforte è terminato da poco, ma un altro importantissimo evento automobilistico internazionale ci attende: presto sarà nuovamente tempo di sognare grazie al Tokyo Motor Show, in programma dal prossimo 29 ottobre all’8 novembre. E quale cornice migliore per Toyota per dare sfoggio dei migliori frutti del proprio team di progettisti e ingegneri visionari?
Dopo la Mirai (un modello a idrogeno realmente in vendita, anche se fuori dalla portata dei comuni mortali) e a fianco della nuova Prius, la prossima sorpresa sfoggiata dalla casa nipponica potrebbe essere una sorella minore della GT86.

Auto sportive Toyota SF-R

Il nuovo modello preannunciato dalla Toyota SF-R erediterà molto verosimilmente dalla GT86 l’indole da “teppista”: vale a dire trazione posteriore, motore anteriore, pneumatici di dimensione ridotta per migliorare l’aderenza sull’asfalto nel sovrasterzo e, naturalmente, una carrozzeria iperleggera. La SF-R pesa infatti meno di una tonnellata, per la precisione 980 kg: gli stessi numeri della Yaris tre porte in versione 1.0 benzina. E anche le dimensioni del prototipo ricalcano quelle dell’utilitaria nipponica: 399 cm di lunghezza e 169 di larghezza, mentre l’altezza, di 132 cm, è ovviamente inferiore vista la differente tipologia di carrozzerie.

Trazione posteriore, motore anteriore, peso ridotto

La SF-R prefigura un’esperienza di guida all’insegna dell’immersione totale: non solo per il poderoso gruppo motore, un 1.5 DOHC da 130 CV con 148 Nm di coppia abbinato a un cambio manuale a 6 marce Aisin e a sospensioni con schema a doppi bracci sovrapposti per avantreno e retrotreno, ma anche per la qualità percepita all’interno della vettura.
Sedili avvolgenti e morbidi, volante in pelle con inserti antiattrito per esercitare un migliore grip, posizionamento strategico dei comandi del condizionatore e un cockpit digitale davvero futuristico (con la zona rossa del contagiri che inizia a 7.000!).

interni Toyota SF-R

Rétro anni ’60 con dettagli moderniCromaticamente, l’abitacolo riprende la colorazione della carrozzeria con la sua contrastante alternanza di nero e giallo, ma rappresenta sicuramente il volto più moderno di questa piccola coupé sportiva, il cui design esterno ha invece un sapore squisitamente rétro. Un look anni ’60, non privo tuttavia di tocchi più marcatamente moderni: è il caso dell’ampio diffusore posteriore, dei passaruota dai bordi schiacciati e levigati, dei fari ultratecnologici e dell’enorme mascherina satinata della calandra. In buona sostanza, la SF-R ha tutti i crismi dell’auto sportiva classica par excellence, ma rivista in chiave squisitamente moderna.

Toyota SF-R 2016

Raffreddate i bollenti spiriti, però: il nuovo modello nato dalla SF-R potrebbe non fare la sua comparsa nei listini europei prima del 2018. Nel frattempo continuate a seguire le novità di Toyota e del Tokyo Motor Show sul blog di DriveK!

Toyota SF-R